Articoli

La nostra storia

“L’azienda che ho ereditato dalla mia famiglia era un tipico podere maremmano dove al piano terra albergavano le mucche da carne, e al piano superiore viveva una famiglia di agricoltori, un tempo mezzadri, poi assunti con contratto agricolo.
Sono poi cambiati i tempi e dalle mucche siamo passati alle pecore, questo negli anni ’70, anni in cui nel territorio, grazie alla cantina Sociale di Pitigliano, iniziava a prendere vita una forma cooperativa che promuoveva la viticultura “specializzata”.
Si parla di viticoltura specializzata perché prima di quei tempi la vite nel territorio di Sorano veniva allevata in maniera promiscua, nel senso che i filari erano a quattro metri l’uno dall’altro, a sostenere i fili dove legare i tralci vi erano degli alberi d’olivo, e tra i filari si coltivava, grano, orzo.
Quindi la viticoltura nell’azienda muove i primi passi nei primi anni 70.
Nel 1992 l’azienda mi viene intestata e nel 1999 viene realizzata la cantina e la prima fermentazione con l’uscita nel 2000 dei primi vini imbottigliati. Sempre nel 1999 vengono impiantati 8 ettari di nuovo vigneto che si vanno ad aggiungere ai 2 ettari e mezzo già presenti. Negli anni poi sono stati impiantati altri tre ettari. L’azienda che ha una superficie di 63 ettari è improntata quasi esclusivamente alla viticoltura e la produzione di vino. Infatti gli altri ettari sono costituiti da boschi, pascoli e seminativi vari.”

Michele Ventura